Ultimo Urlo - non visibile
Gli urli sono visibili solo agli utenti autorizzati.
Profilo
Foto utente
Rating:
 
Options
Options
Dichiarazioni personali
59linda non hai dichiarazioni personali al momento.
Info Personali
59linda
Super Advanced Member
58 anni
Femmina
milano
Nato Mag-4-1959
Interessi
Mi piace viaggiare, leggo, faccio sport.......... amo l'onestà
Statistiche
Iscritto: 22-May 09
Visualizzazioni profilo: 5,479*
Ultimo Click: Oggi, 04:32 PM
 Playing Mah Jongg Solitaire 10 min's (Fullscreen)
Ora locale: Aug 18 2017, 06:35 PM
208 messaggi (0 messaggi per giorno)
Contatti
AIM Nessuna Informazione
Yahoo Nessuna Informazione
ICQ Nessuna Informazione
MSN Nessuna Informazione
* Aggiornate ogni ora

59linda

Members

****


Discussioni
Messaggi
ibProBattle
Arcade
Commenti
Amici
I miei contenuti
1 Jul 2009
L'ombra del vento
Ruiz Zafon Carlos
é molto bello.......

Una mattina del 1945 il proprietario di un modesto negozio di libri usati conduce il figlio undicenne, Daniel, nel cuore della città vecchia di Barcellona al Cimitero dei Libri Dimenticati, un luogo in cui migliaia di libri di cui il tempo ha cancellato il ricordo, vengono sottratti all'oblio. Qui Daniel entra in possesso del libro "maledetto" che cambierà il corso della sua vita, introducendolo in un labirinto di intrighi legati alla figura del suo autore e da tempo sepolti nell'anima oscura della città. Un romanzo in cui i bagliori di un passato inquietante si riverberano sul presente del giovane protagonista, in una Barcellona dalla duplice identità: quella ricca ed elegante degli ultimi splendori del Modernismo e quella cupa del dopoguerra...

"..L'ombra del vento.. tu ci entri dentro e dentro ci rimani finché non ti sputa fuori lui. Incantesimo finito, tutti a casa.. Tutto verte intorno a un libro, che è un oggetto fisico presente nella storia e il cui titolo è proprio L'ombra del vento. Considerato che nel romanzo L'ombra del vento è opera di un misterioso autore che si chiama Juliàn Carax, in qualche modo il nostro romanzo è un libro senza titolo, un "meta-libro," un libro dentro a un libro che fa muovere tre generazioni di persone. E' l'emblema di una passione struggente che lega, in modo diretto ma anche magico, i destini dei protagonisti. Juliàn Carax è a tutti gli effetti uno dei personaggi principali: un uomo presente dall'inizio della storia, ma invisibile e sfuggente, un uomo che dialoga seminando tracce della propria storia, che si svela via via in un vortice di colpi di scena.
La voce narrante è Daniel, che conosciamo bambino e seguiamo fino alla vita adulta: un ragazzino curioso e appassionato che non può fare a meno di lasciarsi invischiare nella vita e nel destino di un altro uomo fino a pagarne le estreme conseguenze. Il nodo centrale della storia è un complesso gioco di coincidenze e misteri inquietanti, di personalità nascoste e di amori tragici. Alla fine, uno struggente confronto fra due alter ego. L'Ombra del Vento è prima di tutto un romanzo ben scritto: scorrevole, interessante, ben oliato in ogni sua parte, perfettamente bilanciato fra rapidi avanzamenti e pause di attesa. Zafòn è certamente un ottimo romanziere. Tecnicamente e per talento.
Poi il libro è potente, è una miscela esplosiva di ingredienti piacevolissimi: c'è un po' di malinconica introspezione, un pizzico di horror, un clima da giallo, e poi inquietudine e passione quanto basta, avventura e magia in quantità, persino un po' di romanzo d'appendice e un gustoso umorismo che ci regala la magistrale e indimenticabile figura di Fermìn Romero de Torres.Questo è un ottimo libro, che fa onore all'arte dello scrivere e riconcilia con il desiderio di leggere per evadere, leggere per lasciarsi "possedere" da altre vite, da altri modi, da altri mondi.


“Questo luogo è un mistero, Daniel, un santuario. Ogni libro, ogni volume che vedi possiede un’anima, l’anima di chi lo ha scritto e l’anima di coloro che lo hanno letto, di chi ha vissuto e di chi ha sognato grazie a esso. Ogni volta che un libro cambia proprietario, ogni volta che un nuovo sguardo ne sfiora le pagine, il suo spirito acquista forza. Molti anni fa, quando mio padre mi portò qui per la prima volta, questo luogo era già vecchio, quasi come la città. Nessuno sa con certezza da quanto tempo esista o chi l’abbia creato. Ti posso solo ripetere quello che mi disse mio padre: quando una biblioteca scompare, quando una libreria chiude i battenti, quando un libro si perde nell’oblio, noi, custodi di questo luogo, facciamo in modo che arrivi qui. E qui i libri che più nessuno ricorda, i libri perduti nel tempo, vivono per sempre, in attesa del giorno in cui potranno tornare nelle mani di un nuovo lettore, di un nuovo spirito. Noi li vendiamo e li compriamo, ma in realtà i libri non ci appartengono mai. Ognuno di questi libri è stato il miglior amico di qualcuno. Adesso hanno soltanto noi, Daniel. Pensi di poter mantenere il segreto?”...
28 May 2009
biggrin.gif ciao a tutti sono Linda dalla provincia di Milano..........spero di aver modo di conoscervi.........ho notato questo forum è molto interessante
un abbraccio Linda
Ultimi visitatori


Ieri, 04:49 PM


31 Jul 2017 - 19:20


5 Sep 2016 - 7:16


21 Mar 2016 - 13:36


8 Nov 2014 - 15:44

Commenti
Altri utenti non hanno lasciato commenti per 59linda.

Amici

34 messaggi
Active: 1st August 2011 - 08:12 PM

7709 messaggi
Active: Ieri, 08:31 PM

96 messaggi
Active: 6th March 2017 - 03:07 PM
Visualizza tutti gli amici
Versione Lo-Fi Oggi è il: 18th August 2017 - 04:35 PM

MKPortal ©2003-2008 mkportal.it